Apertura Uffici: 9.45 - 12.00

Contattaci al : +39 0464 439164

  • Alberghiero Trentino

    Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene. (Virginia Woolf)
  • 1

Il quarto anno


IV anno

Caratteristiche e struttura del IV anno

Il quarto anno per il conseguimento del diploma provinciale di formazione professionale è stata introdotta nel sistema formativo provinciale nella logica di delineare nel canale della formazione  professionale iniziale un percorso educativo graduale e continuo, dai 14 ai 18 anni, che consenta all’allievo di conseguire, in corrispondenza di due differenti livelli di intervento/acquisizione, l’attestato di qualifica  professionale al termine del triennio e il diploma provinciale di formazione professionale al termine del percorso quadriennale.

L’istituzione dei diplomi provinciali di formazione professionale di Tecnico dei Servizi Alberghieri e della Ristorazione è avvenuta a seguito della modifica legislativa della LP 21/87 e della deliberazione della Giunta Provinciale n. 2389 del 15 ottobre 2004.

La sperimentazione dei quarti anni è un modello di riferimento per la realizzazione di un percorso formativo annuale – in continuità rispetto al triennio, progettato, attuato e valutato dai centri di formazione professionale in partnership con le imprese - ai fini della costruzione di una filiera formativa che assegni un’effettiva pari opportunità per un ulteriore crescita personale e professionale degli allievi della formazione professionale iniziale.

Accesso

L'accesso al quarto anno prevede le seguenti tappe:

- preiscrizione durante il terzo anno previa presentazione agli alunni e ai genitori
possesso della qualifica
- colloquio attitudinale  e di interessamento post qualifica
- seconda riunione svolta ad inizio settembre dove viene illustrato il corso, il calendario ed il contratto formativo da
sottoscrivere dove si presentano le regole del corso ed i diritti/doveri del corsista

Elementi fondanti IV anno

1) Costituzione della Partnership di Progetto composta dall’Istituto di Formazione Professionale Alberghiero e da una rete di imprese e/o di organismi ed è chiamata ad assumere un approccio di cooperazione attiva, con definizione congiunta, oltre che degli obiettivi, anche dei ruoli e delle responsabilità di ciascun partner. Elabora l’ipotesi progettuale, individua le imprese che ospiteranno gli allievi in formazione, valida i Piani di formazione presso l’Istituto  e presso le imprese, monitora l’andamento del percorso formativo nella sua globalità ed infine a valutare gli esiti finali del percorso formativo.  E’ comunque sempre l’Istituto di formazione professionale ad assicurare il coordinamento della Partnership di Progetto.

2) Sottoscrizione di intese tra Istituto le imprese che dimostrino la disponibilità ad accogliere gli allievi in formazione.

3) Adozione del Profilo educativo, culturale e professionale (Pecup) dell’allievo alla fine del percorso quadriennale che costituisce la guida anche per la valutazione continua e finale dei quarti anni. Per quanto riguarda lo sviluppo della dimensione professionale, alla fine del quadriennio l’allievo è in grado di intervenire nei processi di lavoro con competenze di programmazione, verifica e coordinamento, sapendo assumere gradi soddisfacenti di autonomia e di responsabilità.
Ne consegue una corrispondenza del diploma, rilasciato al termine del percorso quadriennale, a figure tecniche che la classificazione europea dei livelli di attività professionale colloca a livello 3 ovvero “un lavoro tecnico che può comportare gradi di autonomia e responsabilità rispetto ad attività di programmazione o coordinamento” (superiore quindi al livello 2 previsto per le figure di operatore/addetto associate all’attestato di qualifica professionale triennale).

4) Diplomi rilasciati all’Istituto sono di "Tecnico dei servizi alberghieri e della ristorazione"

5) Orientamento e l’informazione/comunicazione agli allievi del quarto anno per garantire il massimo coinvolgimento è attuata con la sottoscrizione di un contratto formativo, da parte del team di progetto (un rappresentante per l'Istituto e un rappresentante delle imprese partecipanti alla Partnership di progetto), dall’allievo e da un genitore (se l’allievo è minorenne).

6) Tutor scolastico e tutor aziendale. Per queste figure è previsto uno specifico programma di attività congiunte, ad opera dell’Istituto e delle imprese, per assicurare sistematicamente, nel proseguo del quarto anno, gli opportuni collegamenti rispetto allo stato di realizzazione dell’intera esperienza formativa e all’azione di monitoraggio del gruppo di progetto.
 
7) Alternanza formazione-lavoro nella realizzazione del progetto. L’alternanza formativa, si pone come metodologia didattica innovativa per l’acquisizione di competenze professionali riferite ad ambiti e processi lavorativi  erogati dall'Istituto e dall’esperienza formativa realizzata nel contesto aziendale.

La fase dedicata alla formazione in azienda deve presentare le seguenti caratteristiche:

  • le aziende partner selezionate hanno dato assicurazione per lo svolgimento della formazione nel contesto lavorativo di adeguate caratteristiche per essere considerate “imprese formative” e di essere idonee per il raggiungimento degli obiettivi generali e specifici del quarto anno e di permettere da acquisire competenze e particolarmente innovative in termini di processo, di prodotto, di mercati, di tecnologie impiegate, di sviluppo organizzativo
  • alcune delle aziende partner per lo svolgimento della formazione nel contesto lavorativo sono collocate anche al di fuori del territorio provinciale e/o all’estero;

8) Strumenti  di accompagnamento, monitoraggio e valutazione in itinere e finale del percorso formativo e delle competenze raggiunte nelle varie fasi formative dagli allievi.

9) Esame finale, sostenuto davanti a una Commissione composta come da Deliberazione della Giunta provinciale n. 2389 del 15 ottobre 2004 prevede un colloquio, volto a verificare la preparazione dell'allievo in termini di riflessione sull'esperienza formativa, acquisizione di un'identità professionale e aspirazioni lavorative. Per questo è data particolare importanza allo strumento del portfolio a supporto dell’autovalutazione da parte dell’allievo dell’esperienza vissuta e della documentazione che essa ha prodotto.

La certificazione finale, così come determinata dalla Deliberazione della Giunta provinciale n. 2389 del 15 ottobre 2004, si compone del Diploma e di un Allegato che specifica:

  • l’area tecnico-professionale di indirizzo formativo del percorso formativo frequentato;
  • le caratteristiche del percorso formativo (durata, articolazione, tipologia dei contesti nei quali è avvenuta la formazione, tematiche ed aspetti affrontati, certificazione delle competenze raggiunte).

Partnership

Costruisce su indicazione della scuola il percorso scolastico ed apporta modifiche in base ai cambiamenti del mondo del lavoro. Partecipa alla valutazione del percorso scolastico, alla performance finale dei ragazzi  visionando il progetto ogni anno e crea eventuali modifiche.

Tutorship

L'accordo con la Tutoship viene stipulato dalla scuola tramite un documento/contratto dove l'azienda si prende la responsabilità di avere un tutor che guida il ragazzo che avrà un'operatività graduale all'interno di settoti di responsabilità. l'azienda partecipa attivamente anche alla votazione di percorso che fa parte integrante della valutazione in esame in uscita nel diploma.

... e dopo il IV anno?

Vedi il documento allegato sotto

Attachments:
Download this file (Dopo il 4° anno.pdf)Dopo il 4° anno.pdf[ ]5157 kB

Gestione Ordini

Sistema di Gestione Ordini per cucina e sala per i docenti pratici.

Gestione Missioni

Sistema per la gestione delle missioni personale Docente/ATA.

Registro Elettronico

Accedi al registro elettronico digitale MasterCOM dell'Istituto.